Sole di carta di Rosanna Gazzaniga

Alessandria today @ Web Media. Pier Carlo Lava

iSONY DSC

Opera del maestro M.Mascetra

Hai succhiato bassezza
con l’ingordigia dei neonati
dipinto in tele di sughero
i tuoi giorni
ormai non li distinguo più.
Raccogli il tuo sole di carta
e vattene.
A nessuno ho mai permesso
di esiliare la mia notte
con luci velate
graffiti indecifrabili.
Ci siamo persi in una stazione
portando valigie troppo grandi.
Ti sei nascosto
tra ruderi carbonizzati
di una chiesa sconsacrata
hai acceso braci
arrostito il mio cuore
ma io lo riprendo
una metà cruda
stà pulsando ancora.
21/10/2011

View original post

Spiragli di Rosanna Gazzaniga

Alessandria today @ Web Media. Pier Carlo Lava

“>

Madre e figli, tessiture complicate
nuvole di tempo
che si dissolvono in pianto
grandine o neve
regole affidate dalla vita
seppellite pian piano
incendiate dall’assenza.

Tu abiti nell’alveare
delle mie abitudini e dottrine
io in un debole spiraglio del passato.

View original post

Squarci…

traliccio

Qualche volta tocchiamo l’invisibile
trepidi, svogliati e lacrimanti.
Noi qualche volta siamo angeli
vicoli illuminati o
diventiamo fogne, in dissolvenza.

Qualche volta siamo tuberi
rigonfi di vita che insistono
dal fango, a cercare luce.
Noi così scioccamente ardenti
con la memoria a squarci
che censura ciò che vuole…

La Fogna Del Comportamento

Mi ricorda qualcosa…

Paglia

Verso gli anni ’70 John Calhoun iniziò l’esperimento che prese il nome di “Universo 25”. Calhoun creò un vero e proprio “paradiso per ratti”: un ambiente con acqua e cibo illimitati.
Dopo 100 giorni i topi iniziarono a riprodursi, arrivando a raddoppiare la propria popolazione ogni 55 giorni. L’esperimento sembrava procedere bene… ma dopo 315 giorni accadde qualcosa.
La popolazione era arrivata a 600 esemplari, e nonostante cibo ed acqua fossero garantiti in abbondanza, lo spazio iniziò a scarseggiare.
Il paradiso dei ratti si sovrappopolò.
Iniziarono a verificarsi anomalie comportamentali nei topi. I nuovi nati si ritrovavano in un mondo ogni giorno sempre più affollato, e i topi “maschi alfa” si ritrovarono costretti a subire l’enorme stress di dover difendere il proprio territorio e le proprie femmine da numerosi altri contendenti. Ad un certo punto i “maschi alfa” lasciarono perdere questo compito, diventato ormai troppo faticoso.
I maschi divennero estremamente…

View original post 182 altre parole

Citazione

Vivere ai tempi del Coronavirus… — angolo del pensiero sparso

Dagli Appennini alle Ande un solo grido si espande: “anche il più dotto pare ignorante!” Biblico flagello che ha marcato e continua a marcare l’incapacità di distinguere la competenza dal pressappochismo, la lungimiranza dal tacconare maldestramente l’immediato e l’abilità gestionale/organizzativa dal tirare a indovinare. Nei talk, in rete e sui media, scienziati, luminari, sapientoni, virologi, […]

via Vivere ai tempi del Coronavirus… — angolo del pensiero sparso