Tra minacce e aperture…

Povera Italia! La sovranità è un’altra cosa…La Ursula, in prima linea a condannare le fantomatiche ingerenze russe, come si permette di minacciare risoluzioni per fare rispettare lo stato di diritto in Italia? Gli italiani non sono i burattini dell’U.E. e meritano rispetto.

Referendum…

Referendum…

da quando un referenfum non è espressione di democrazia?

Forse da quando potrebbe far finire una guerra?

Draghi spieghi invece dov’è la sua democrazia e il rispetto delle nostre leggi considerando che  l’invio di armi per arrivare alla pace, è proibito dall’art.11 della Costituzione italiana.

Cozza di fiume

Corteggiata dai sensi di colpa
tremanti come il sole malfermo
s’è aperta, ha mostrato
il cuore molle e gonfio
la perla luccicante di letargo.
Ha salutato Il fiume che l’ha nutrita
per oltre settant’anni.
Le valve argentee assottigliate
si incrinarono in estate
quando l’acquoso e misterioso
mondo in fuga deviò
il sentiero consueto e s’asciugò.
L’appagamento e la carne
scomparvero nel sonno anonimo
e fangoso dei rassegnati
in un silenzioso ristagno
di cartilagini grandi, asciutte
e secche, come la mia mano.
*
Nel cambiamento graduale
Il nemico più moderato
è il tempo che passa.
Spiegami se lo sai perché
le stelle appese al collo
una volta splendevano negli occhi
ed ora scivolate dallo zenith
configgono la punta
sulla voglia di reagire…

Quei morti senza pace…

Bucha – Ucraina

Quei morti senza pace e senza sangue, vittime innocenti, scenografia orribile.

Scoperti  solo al 4 aprile, dopo quattro giorni dal ritiro del 31 marzo dei russi… corpi senza vita, senza una goccia di sangue come se non fossero umani.

Forse colpiti dai bombardamenti.

Forse giustiziati.

Forse ricomposti in una orribile scenografia, proprio là dove persero la vita.

Vittime di una guerra stupida fatta di paure e di assenza di confini alla disumanità.

Corpi che destano orrore per l’implicita crudeltà del conflitto, quasi che i cadaveri non fossero il principale risultato, vittime designate di ogni guerra.

Come se non si sapesse che le cose si ricostruiscono, le esistenze no.

Conseguenza di scelte disumane che annichiliscono.

Andrebbero processati tutti, chi ha ucciso, chi ha istigato la guerra ma soprattutto chi vuole che  la guerra continui…