Strappi

20190712_154257
Non esce quasi più.
Il pelo che sfuma nel grigio
disegna la cute candida
i suoi sentieri luttuosi.
Da vent’anni ogni tanto urla solitudine
ma si lecca ancora
strappa le unghie coi canini aguzzi
residui puntuti di una fame avida e tenera.
E dorme. Quasi tutto il giorno.
Urla, quasi tutto il tempo residuo.
La gatta anziana, semi cieca
è diventata prudente
e musa, per la donna fantasma
che l’accudisce nel diradarsi dei giorni…

mostri II

PEGGIO

 

La cattiveria rende infelici
e nessuno redime il male bevuto
a lungo.
La normalità affianca in fretta
vite sformate
in regressione di passi che strisciano
eterne condanne…
Oltre la linea d’ombra
anime oscure e infelici
tremano, arrendendosi coi palmi aperti
a impulsi incontrollabili
in cerca di introvabili amanti
mentendo a se stessi.

I mostri nella notte,
cantano lo strazio della solitudine
Il mondo tace annichilito
nella consapevolezza
che ognuno sa dove abita il proprio…

Contratto indeterminato

20150520_175409

Baratto il dovere della presenza
con un contratto indeterminato di solitudine.
Precaria d’amore
scrivo ancora nei suoi concorsi a tema.

Un’alchimia di inchiostro
trasforma il mio dolore in un punto e virgola
di malinconia
come se potessi pareggiare i conti
con scelte amare, ogni giorno mi abbandono
alla debolezza delle cadute…