Specchio di ieri

Annunci

Ice Cream – Book Tag

RISPOSTE

18 Agosto 2015

Come promesso nell’augurarvi una buona settimana, qui di seguito posto le risposte ai tre indovinelli elencati più in basso nel post.

  1. – Tre. Oltre alle rose ci deve essere un tulipano e una margherita, oltre ai tulipani una rosa e una margherita, oltre alle margherite una rosa e un tulipano. Le parole tutte e tutti si riferiscono a un unico fiore.
  2. – Tutte le scatole hanno l’etichetta sbagliata. quindi estraendo una pedina dalla scatola “pedine rosse e nere” si correggerà la stessa con il colore trovato. Ipotizzando di estrarre una pedina rossa cambieremo l’etichetta scrivendo rossa, poi  prenderemo la scatola segnata rossa e scriveremo nera, quindi la scatola  nera sarà contrassegnata rossa e nera. A questo punto ogni scatola avrà la corrispondenza esatta col contenuto!
  3. – Si tratta di applicare una sottrazione: dal recipiente contenente 7 tazze, saranno sottratte 2 tazze e ne rimarrano 5, poi ancora 2 e ne resteranno 3, come desiderato!

ice-cream

E’ agosto, fa davvero caldo, e ritengo ciò una giustificazione sufficiente per dare la preferenza per un poco -almeno finché non arrivano le piogge e si attenuano le temperature- a post più leggeri, a giochi da vacanza.

Così prendo un tag ricevuto oggi
ICE CREAM – Book Tag

e applico quanto richiesto dalle regole :

– Usare l’immagine qui sopra; check!
– Menzionare chi ha creato il Book Tag e chi vi ha taggati;
– Nominare qualche altro blog.

La firma dell’autore sull’immagine è letteredinchiostro.blogspot.it
A me il tag arriva da silviadeangelis40.wordpress.com, che ringrazio  per avere pensato a me.
I blog ai quali invierò il tag sono menzionati alla fine del post.

Vediamo un poco, si richiede qualcosa di leggero, estivo e coinvolgente…che ne dite di un romanzo, di un giochino e di un libro di poesie?

*Il romanzo di un autore giovane, che avvince già dall’incipit e che mi sento di consigliarvi è IL SENTIERO DEI PROFUMI della scrittrice Cristina Caboni.

* il libro di poesie è FOGLIE D’ERBA di Walth Withman.

* Il giochino si compone di una serie di indovinelli per aguzzare l’ingegno ideati da Robert J.Stenberg professore di psicologia- Università di Yale. La soluzione degli stessi ci sarà fra una settimana sul mio blog.

1) Quanti fiori ho se sono tutte rose tranne due, tutti tulipani tranne due, tutte margherite tranne due?

2) Avete tre scatole di pedine, una con l’indicazione Pedine rosse, una Pedine nere, l’altra Pedine rosse e nere. Sfortunatamente ogni scatola ha l’etichetta sbagliata. Estraendo solo una pedina da una scatola come fate a indicare correttamente il contenuto di ciascuna?

3) Per fare dei biscotti occorrono tre tazze di farina. Voi avete un misurino da due tazze e un misurino da sette tazze. Nessuno dei due è provvisto di indicazioni intermedie. Come fate a misurare esattamente tre tazze di farina usando solo questi due misurini?

A questo punto dovrei taggare qualche  blog amico. Ebbene non invierò nessun tag, ma tutti gli amici sono invitati al gioco se lo ritengono opportuno…

Buon fine settimana a chi legge!

Rovine antiche e scavi

DSCN2129
Di un buco hanno detto fosse un’abitazione
pareti sprofondate nel fango
perimetri tracciati di nuovo
focolari di sasso
qua e là qualche pietra ritenuta angolare
ha smosso l’immaginazione…

Sulla collina al riparo di una roccia
una grande buca un tempo fu casa
dove uomini e animali si scaldavano
dove si consumavano pasti e amplessi
sussurri e grida
e il mare fuori mugghiava alto.
Ora rigettata in basso
guardo la roccia violata
da chiodi e corde, dal free Climbing,
e arrampicate in solitaria…

Il mare s’è ritirato
come una lumaca nel guscio
a trecento kilometri.
Beffardo, ha lasciato solo
dentiere di squali, conchiglie
monete di scambio.
Trasformata in parete mi mimetizzo
nel muro espongo pietre a braccia conserte
ma chi l’ha costruito?
Io o gli altri?
Le pietre hanno disegni, vaghe figure, rune?
Il sentiero per raggiungere le rovine
si smarrisce nel bosco tra i castagni
è spinoso, alto e instabile.

L’ape colibrì

ape colibri

Estate piena, ricolma di un carattere bizzoso

addosso frana un calore senza tregua né meta

raggi soporiferi cadono su muri portanti commossi.

Il tempo d’asfalto bollente bisbiglia gelide soluzioni

alle stoppie del campo dei miei si,

che appare ingrigito.

*

Sospesa su un cerchio d’oro

allunga la lingua l’ape colibrì

in una corsa avida verso i colori…

Insetto che non ha pace

rincorre senza tregua abbagli d’estati dolci

infuocate e brevissime.

http://rosannagazzaniga.scrivere.info/index.php?poesia=393047&t=ape+colibr%EC